Xiaomi, azienda leader per il rapporto qualità/prezzo, ha da tempo decidere di competere in un mercato disponibile, uscendone sempre (o quasi) vincitrice, basti pensare alla Mi Band, dal prezzo irrilevante e dalle funzionalità pressoché strepitose.

 

 

Mi Band è la smartband firmata Xiaomi, ma vediamo quali sono le caratteristiche che la contraddistinguono da molte altre e vediamo perché (secondo il mi parere) è una delle migliori, se non la migliore sul mercato. Xiaomi ha presentato questa smartbnad nel 2014, nell’anno successivo ne ha rilasciato due nuovi modelli, il modello successivo a questo era la Mi Band 2 con i LED “rinnovati”, mentre l’altra versione è la Mi Band 1S (a breve uscirà la recensione). Mi band 1S si differenzia dalla Mi Band 2 per il sensore di battito cardiaco. Le caratteristiche, dunque, sono:

  • Contapassi, calorie bruciate e monitoraggio del sonno (queste sono le funzioni principali);
  • Batteria 45 mAh. Garantisce un’autonomia di circa 45 giorni (WOW);
  • Certificazione IP67. Tale certificazione attesta che la smartband è resistente ad acqua e polvere;
  • Bluetooth 4.0. Si collega in maniera ottimale con iOS, Android e Windows Phone, grazie all’app Mi Fit;
  • Sensore battito cardiaco (cardiofrequenzimetro). Sto provando Mi Band 1S e la misurazione di battiti è in linea di massima sempre in simbiosi con Apple Watch.

 

Lo si può acquistare su Gearbest al prezzo di 12,58 €

Sicuramente fin quando non pubblicherò la recensione non potrò ben dirvi altri aspetti, ma fino ad ora si è rivelata una smartband capace di stare dietro, se non superare del tutto, le smartband di Jawbone e FitBit. Vi ricordo inoltre che GearBest ha lanciato una super promo reperibile qui, per tutti gli accessori Xiaomi. In attesa della recensione continuate a seguirci.