L’esplosione di uno smartphone non è proprio una notizia inedita, già varie volte si è letto online di smartphone esplodi durante la ricarica, o per altri vari motivi.

Questa volta però l’esplosione dello smartphone sembra ingiustificata, almeno da quanto sostiene Muhammad Sattar, l’uomo che ha citato in giudizio LG dopo che il suo Optimus F6 gli è esploso in tasca, procurandogli gravi ustioni alla mano e alla gamba destra.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

L’incidente sarebbe avvenuto il 13 Gennaio di quest’anno a Brooklyn, e avrebbe causato a Sattar ustioni di 2° e 3° alla mano e alla gamba destra, certificate dal Weill Cornell Medical Center, dove sono stati praticati diversi innesti di pelle per curare le ustioni di Muhammad, che ha dovuto assentarsi dal lavoro per un mese.

 

Ad oggi non si conoscono le cause che hanno portato all’esplosione dello smartphone, infatti anche l’avvocato che segue il caso, Lawrence Goldhirsch, non ha fornito altri particolari, limitandosi a confermare ma dichiarazione del suo assistito.

La vicenda sembra strana anche perché non esistono altri casi di esplosione di un LG Optimus F6 che, anche essendo ormai uno smartphone del 2013, non ha mai riscontrato grandi problemi. Per il momento la società coreana non ha risposto alle richieste di Muhammad Sattar, adesso basta solo aspettare e vedere come si svilupperà la vicenda.