Tim Cook tramite una lettera torna a parlare della sicurezza dell’iPhone, ancora di più perché in questi mesi iPhone è al centro di uno scontro diretto con un giudice federale.


(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});

Il giudice del caso San Bernardino ha emesso un’ordine ad Apple al fine di creare una masterkey che permetta di accedere solo all’iPhone in questione, ovvero l’iPhone 5C dell’attentatore delle 14 vittime di San Bernardino. Apple ha sempre messo in evidenza che essa stessa non può accedere ai dati dei suoi utenti e quindi per creare una backdoor dovrebbe hackerare i suoi stessi sistemi, così da compromettere la sicurezza dei milioni di utenti che Apple possiede.

La Casa Bianca ha così riferito ad Apple di non creare una backdoor per i tempranti, ma di accedere soltanto all’iPhone 5C dell’attentatore di San Bernardino, senza così compromettere l’immunità di milioni di utenti.


(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});

Cook ha scritto una lettera nella quale ancora una volta ribadisce cosa potrebbe voler dire creare una backdoor, potete trovarla qui scritta interamente 


(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});