Ovviamente la tecnologia non si ferma mai, ogni anno vengono sperimentate e introdotte nuove tecnologie, e tra qualche anno sarà anche il turno del 5G, dopo l’approdo del 4G in quasi tutte le città italiane. Ovviamente si parla solo di rumors, infatti i primi dispositivi 5G dovrebbero arrivare nel 2020, ma delle voci provenienti da Digitimes potrebbero far pensare che l’approdo di dispositivi 5G possa avvenire prima. Infatti MediaTek, che ha ampliato il suo settore di Ricerca e Sviluppo con 100 nuovi specialisti, sarebbe già a lavoro sui chip 5G, cosi da anticipare la concorrenza.

L’obiettivo prefissato MediaTek è di proporre i primi dispositivi compatibili con il 5G già nel 2018, ovviamente far uscire terminali che supportano questo tipo di rete non basta, serviranno sperimentazioni dirette sui grandi network in tutto il mondo, e sicuramente servirà molto più tempo prima che il 5G si diffonda veramente in tutto il mondo. Fondamentale sarà la partnership di MediaTek con NTT DoCoMo, un operatore giapponese che già da qualche anno collabora con la MediaTek, che pare metta a lavoro sul questo progetto almeno 200 persone, fino a un massimo di 300, tutte a lavoro sul progetto 5G.

MediaTek, però, non è la sola che sta sviluppando chip 5G, infatti anche la Rival Spreadtrum Communications sta lavorando al progetto e punta a far uscire i primi chip per il 2018, sfruttando anche patnership con gli operatori cinesi per i test del caso.

Vediamo, quindi, chi vincerà questa corsa al 5G, anche se l’annuncio ufficiale di questa nuova tecnologia non dovrebbe cambiare, è ancora fissato al 2020 e per ora resterà cosi. Bisognerà aspettare e attendere nuovi sviluppi.