Dopo circa 5 mesi dal rilascio di Android 6.0 Marshmallow, non potevano che cominciare ad apparire in rete i primi rumor riguardanti la futura major release di Big G. Ed eccoci qua, dopo la notizia della mancanza dell’ App Drawer, con 2 screen della presunta barra dei quick settings e delle notifiche di Android N postati oggi su Android Police. 


(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});

Andiamo ora a confrontare la barra delle notifiche e i quick settings di Android N con quelle di Marshmallow.


(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});

  • Come possiamo notare dagli screen qua sopra, la barra delle notifiche e le notifiche han mantenuto gli stessi colori di Marshmallow, abbandonando il material design per introdurre un design tutto nuovo un po’ in stile flat. Son state inoltre sostituite le icone di stato (wi-fi, rete cellulare, rete dati, batteria) e l’ immagine dell’ utente da una riga di 5 quick settings che probabilmente non potranno essere modificati dall’ utente. Per ultimo, ma non meno importante, anche il pulsante per eliminare le notifiche sembra che sia stato modificato, cambiando la posizione delle 3 lineette  e rendendole più sottile.
  • Osserevando questi screen invece possiamo notare come sia cambiata la barra dei quick settings. La data e l’ ora sono state unite su un’ unica riga, rimangono in alto a destra (seppur con ordine invertito) l’ icona delle impostazioni e la user image. I quick settings invece sembra che siano stati organizzati a schede e disposti secondo una griglia 9×9. In basso a destra è stato aggiunto invece un tasto “EDIT” che servirà probabilmente a modificare la disposizione dei quick settings e quali di essi visualizzare.


(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});

Stando a quello che ci mostano gli screen, a me personalmente è piaciuto molto questo nuovo design e trovo molto interessante il fatto di poter modificare la disposizione dei quick setting.
E voi? Cosa ne pensate di queste novità introdotte da Android N? Fatecelo sapere nei commenti e continuate a seguirci per rimanere aggiornati su tutti i rumor della futura major release di Android.