GeoHot, è un kacher noto proprio per aver trovato una falla di sicurezza nell’OS Apple e di averne creato il jailbreak, grazie ad una scommessa fatta con Elon Musk. L’hacker aveva garantito (e dunque scommesso) di riuscire a creare che si guida da sola, da solo (scusate la ripetizione).


(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});


(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});

GeoHot ha deciso di intraprendere una nuova via, lasciando il jailbreak, cioè quella della costruzione dell’auto che si guida da sola, facendo il tutto da solo. Il progetto è partito a bordo di un’Acura ILX 2016 modificando vari pezzi elettronici, tutti componenti a basso costo, inserendo perfino un display da 21,5″. La caratteristiche principale del sistema creato da GeoHot è la capacità di apprendere in pochissimo tempo quale sia il modo di guidare, la distanza di sicurezza, rimanere il più possibile al margine della linea bianca, la velocità in fase di sorpasso.


(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});

Il progetto infatti ha colpito il CEO di Delphi, che è un’azienda specilizzata in questo settore, e di Nvidia. A Tesla però il fatto che abbia svolto tutti i lavori da solo, non ha convinto proprio, commentando:

È estremamente improbabile che una sola persona o anche una piccola azienda in assenza di grande esperienza con la progettazione ingegneristica, sia in grado di riprodurre un sistema di guida autonomo in grado di essere distribuito e prodotto in serie. Creare un meccanismo di apprendimento in grado di funzionare il 99% delle volte è relativamente facile, ma riuscire a farlo funzionare correttamente nel 99.9999% dei casi, come deve essere, è molto più complicato.

GeoHot a distanza di anni continua a stupire tutti, aspettiamo davvero tanto l’evoluzione di questo progetto.


(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});