Il 6 aprile si avvicina, e l’attesa dell’ultimo top di gamma di Huawei diventa più alta, non solo per i fan del brand cinese, ormai diventato top, ma per tutti gli amanti della tecnologia.


(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});

Ci si chiede infatti se il nuovo P9 sia in grado di mantenere il grande rapporto qualità prezzo che ha contraddistinto la serie negli anni precedenti e, soprattutto, se riesca a reggere il confronto con i nuovi top di gamma usciti nei mesi scorsi, come S7 e G5.
Sulle prestazioni del nuovo smartphone cinese arrivano dati interessanti da AnTuTu, infatti i benchmark effettuati sul nuovo chipset HiSilicon Kirin 955 hanno restituito un ottimo punteggio di 96043 punti.


(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});

I benchmark sono stati eseguiti sulla versione “top” di P9, che dovrebbe essere affiancata da una versione lite dopo il grande successo della serie precedente. La versione “top” avrebbe il codice prodotto EVA-AL10 e, secondo i rumors, dovrebbe essere equipaggiata, oltre al Kirin 955 come già detto, con un display FullHD, doppia fotocamera posteriore da 13 megapixel, fotocamera anteriore da 8 megapixel, 64 GB di memoria interna e 4 GB di Ram.


(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});

Inoltre, dalle immagini leaked, si può anche notare la presenza del sensore di impronte digitali posto dietro al device, oltre all’usb Type-C sul fondo dello smartphone, vicino all’altoparlante di sistema e al jack da 3,5mm.
Il Kirin 955 di Huawei, però, è ancora lontano dai SoC top, tipo Snapdragon 820 e Exynos 8890, che riescono ad arrivare ad un punteggio attorno ai 130 mila, sempre su AnTuTu, ma ad uno smartphone si chiede soprattutto di essere efficiente nell’uso quotidiano e in questo la serie top del brand cinese non ha mai deluso.


(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});

Quindi tutti si aspettano un altro device al top da parte di Huawei, sapranno rispettare le attese? Lo sapremo solo dopo la presentazione e dopo aver provato a fondo il nuovo P9.