migliori stampanti HP

Oltre 20 mila chilometri soltanto nella prima edizione, con un format replicato con successo nei due anni successivi e pronto ad arricchirsi di nuovi momenti di interesse anche in questo 2018: parliamo del tour “HP PageWide XL Truck Tour“, il giro d’Italia che le stampanti Hp ormai compiono ogni anno per presentarsi lungo tutto lo Stivale.

Doppio giro d’Italia per la HP

Il camion che ospita le ultime creazioni della società americana è partito proprio dall’area a nord di Milano nei primi giorni di questo mese e arriverà in Calabria entro la fine del mese; in questi giorni è invece partita un’altra iniziativa collaterale, chiamata HP Latex Tour 2018 (prima tappa il 15 febbraio da Rimini, con incontri successivi a Bari, Pescara e Napoli prima della “vetrina” finale di Milano, proprio come succede alla corsa rosa del ciclismo), che è pensata per matchare le tecnologie HP e i professionisti della visual communication, o anche coloro che stanno muovendo i primi passi in questo business, spinti dall’incredibile vitalità del mercato.

Le stampanti HP

L’attenzione dei partecipanti è stata attratta soprattutto dall’ultima nata della gamma di stampanti HP “extra large”, ovvero la HP PageWide XL, fisicamente portata “vicino ai luoghi e ai clienti che solitamente hanno meno opportunità di vedere all’opera la tecnologia HP per il digital printing“, come spiegato dagli organizzatori. Ovviamente non ci sono solo questi esemplari, ma anche altri piccoli gioielli della gamma americana, che nel suo vasto catalogo vanta anche esemplari più “piccoli”, come si può vedere anche sul sito di recensioni e schede tecniche www.stampante.com, che nulla hanno da invidiare sul fronte delle prestazioni.

Il nuovo modello XL

Guardando più in dettaglio le caratteristiche della stampante XL di Hewlett Packard, bisogna sottolineare alcuni tratti davvero notevoli, a cominciare da un output più dettagliato e da una velocità dichiarata fino al 50 per cento superiore agli altri prodotti, che offrono ai provider di servizi di produzione tecnica di incrementare il volume AEC e di espandere le attività di business nelle applicazioni a colori. In termini pratici, si parla di velocità fino a 20 stampe al minuto in formato D/A1, con costi di esercizio contenuti, come ricordato anche da Guayente Sanmartín, General Manager and Global Head della divisione Large Format Design Printing di HP, che ha evidenziato come “la rivoluzionaria piattaforma PageWide XL con velocità di stampa ancora più elevate aiuterà anche i clienti a rendere più efficienti le attività di business grazie alle stampe in bianco e nero e a colori realizzate con la nostra stampante unica”.

L’ultima novità

Allargando il campo alle altre novità di HP, proprio di recente l’azienda ha presentato una stampante definita ideale per gli ambienti aziendali e la Pubblica Amministrazione, il modello DesignJet T1700 con HP Secure Boot e Whitelisting, di dimensioni da 44 pollici di nuova generazione che accompagnano al meglio le esigenze di produrre mappe e documenti accurati per chi opera con applicazioni complesse come CAD e GIS, proteggendo al tempo stesso le stampanti e i dati da accessi non autorizzati o pericolosi.

Il futuro è nei comandi vocali

Il futuro delle stampanti HP, però, dovrebbe essere ancora più “semplice”: come annunciato nell’ultima edizione del CES, il salone della tecnologia di consumo ospitato a inizio anno a Las Vegas, la compagnia americana sta puntando alla realizzazione di stampanti che funzionano grazie a comandi vocali stile Alexa di Amazon. Per questo, il produttore sta già sviluppando soluzioni con comandi vocali integrati che consentiranno di utilizzare anche le varie skill degli assistenti virtuali.