Android, come tutti i sistemi operativi, può essere esposto ad applicazioni dannose scaricate dallo store inconsapevolmente, ma per fortuna c’è Google a scongiurare brutte sorprese agli utenti. Infatti nel rapporto ufficiale annuale sulla sicurezza di Android è stato rivelato che il colosso di Mountain View analizza giornalmente circa 6 miliardi di applicazioni per verificare se possono essere dannose per il vostro smartphone.

Le applicazioni potenzialmente dannose, dette anche Potentially Harmful Apps o PHA, sono analizzate su circa 4 milioni di device ogni giorno, anche se Google non specifica se si tratta di scansioni automatiche o effettuate dall’utente o entrambe, ed è stato rivelato che sono presenti nel 0,105% di dispositivi che sono in grado di scaricare applicazioni dal Google Play Store. Considerando, però, tutti i dispositivi Android che ottengono applicazioni da store di terze parti la percentuale si alza allo 0,5%, dato comunque rassicurante considerando quello dell’anno scorso, dove la percentuale ammontava a poco meno dell’1%.

Google, però, non è attiva solo per la sicurezza su Android, ma sul mondo di internet in generale. Infatti, secondo uno studio svolto da Google e da UC Berkeley, i siti che sono stati compromessi da elementi dannosi sono stati 760.935. Il numero è abbastanza alto, ma con il servizio Safe Browsing Alert, offerto dalla stessa Google, gli amministratori dei siti potranno togliere i malware presenti nei propri siti con facilità.

Quindi Google ci aiuta molto sia sul nostro dispositivo Android sia nella navigazione internet a non trovare brutte sorprese che potrebbero danneggiare il nostro dispositivo.

Voi avete mai riscontrato dei malware nel vostro dispositivo Android? Che ne pensate dell’impegno di Google?

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here