LG è una delle aziende più innovative al mondo, anche se i suoi prodotti non dimostrano la vera qualità e innovazione. Oscillanti tra poco curati, plasticosi e ingannevoli, l’industrial design di LG è caratterizzato da una grande quantità di sforzo e molto poco l’effetto. Questo rende difficile rivedere i prodotti della società e le domande sono: devono dare priorità all’elettronica performante all’interno o alla plastica migliorata? Come mai  LG non sembra mai essere in grado di ottenere entrambi gli aspetti giusto?

Il notebook Gram è l’ultimo tentativo di LG a correggere i suoi prodotti, e in un primo sguardo, sembra molto bello e promettente. Questo computer da 14 pollici ha tutti i comfort e gli extra – come ad esempio un touch screen o una tastiera retroilluminata – e in una forma più leggera e più efficiente. Con il solo peso di 980 grammi, il Gram pesa meno di un 11 pollici MacBook Air di Apple. Le cornici sono davvero sottili in tutto il suo design. Non è tutto di plastica, stavolta LG sta utilizzando leghe di magnesio per aumentare la durata di questo computer portatile. Microsoft ha anche collaborato con la sua etichetta Signature Edition sul Gram, attestante che è privo di bloatware in modo tale da non rovinare l’esperienza di Windows 10.

LG ha trasformato la leggerezza in un’ossessione, questa è la sua manifestazione fisica

E’ davvero un piccolo gioiello per gli occhi,super performante,e una volta tirato fuori dalla scatola, è il notebook più leggero e più piccolo di qualsiasi altro computer portatile da 14 pollici sul pianeta. L’LG Gram sembra che potrebbe essere davvero un buon computer portatile, ma l’apparenza inganna.

La mia prima sensazione sul unboxing LG Gram è il ricordo familiare di un notebook. Questa è una cosa strana per un computer che segna il debutto di LG nel mercato dei notebook in occidente, ma è perfettamente uguale. Il motivo? Praticamente tutto ciò che riguarda questa macchina è stata modellata sulla linea di MacBook di Apple, dal packaging bianco minimalista al look e forma del laptop stesso. Il Gram è essenzialmente un MacBook Air fatta da LG, sostituendo l’alluminio con la plastica e magnesio. .

Il Gram di LG tradisce e alcuni dei suoi difetti è proprio la leggerezza in confronto a macchine più pesanti e più solide  come l’Air o il Dell XPS 13. Bisogna dirlo, ma il Gram è troppo fragile. Ha problemi di scricchiolio nell’apertura e continua farlo in maniera regolare. C’è uno spazio vuoto tra il coperchio inferiore del portatile e dei suoi componenti interni, che si può premere in esso con il pollice. E’ flessibile e anche evidente sulla tastiera, nell’appoggio dei polsi. Dopo tutte le richieste di LG nell’utilizzare le stesse leghe di magnesio avanzate come possono essere trovati in auto da corsa e veicoli spaziali, potrei facilmente essere convinto che il Gram è realizzato interamente in  una scadente plastica.

                                                   COME DIRE CIAO A WOBBLIEST COME PORTATILE DEL MONDO

Altri due importanti carenze progettuali emergono non appena si digita qualcosa sulla tastiera del LG Gram. In primo luogo, lo schermo traballa. Molto. Su una superficie perfettamente piana, e senza alcuna violenza eccessiva nel cliccare, il display del computer portatile farà uno scatto in ogni due tre spazi di paragrafi. E’ davvero fonte di distrazione, e soprattutto un gran peccato per un computer portatile la cui utilità primaria sarà per scrivere e prendere appunti in movimento.

L’altro problema nasce dalla mancanza di una tastiera retroilluminata. Non ho bisogno di guardare la tastiera mentre scrivo, ma lo sguardo cade ogni tanto e anche se solo per trovare i controlli multimediali o i tasti di regolazione della luminosità. E’ in quei momenti che  LG Gram diventa irritante, soprattutto perché l’indicatore del touchpad e il tasto di accensione splende in faccia con il loro LED incorporati. Il tasto di blocco Caps anche non è predisposto, e mi chiedo quanto più difficile o costoso sarebbe stato per LG nel completare il set tastiera completa. Una serie di LED di retroilluminazione avrebbe guastato il peso di LG, ma questo è un sacrificio che valeva la pena di fare.

La buona notizia sulla tastiera del Gram è la comodità nel digitare. I tasti sono grandi e ben distanziati, e sono compiaciuto di trovare in full-size i tasti come Shift  affianco ad un set facilmente identificabile di frecce e un tasto Ctrl che si trova esattamente dove deve stare: nell’angolo in basso a sinistra. Troppi produttori di notebook giocano a tira e molla con il posizionamento e dimensionamento dei pulsanti, che tende ad aggravare gli utenti, piuttosto che migliorare la loro esperienza. Unica deviazione del Gram dal layout standard è il ​​tasto Canc che si ritrova nell’angolo in alto a destra anche se viene sostituito con il pulsante di accensione. LG  in questo modo è stata davvero intelligente: ha fatto in modo di regolare la potenza piatta, con nessuna possibilità di pressione accidentale rendendo così facile trovare il tasto Canc con un solo tocco, e assicura che l’unica volta che si preme il pulsante di accensione è quando si vuole veramente.

LG ha anche fatto un ottimo lavoro con il touchpad. I touchpad di bassa qualità sono stati la rovina di computer portatili di Windows da molti anni, ma il Gram è affidabile e ottiene la velocità senza creare troppi rumori. Posso perdonare i suoi errori occasionali, come ad esempio non riconoscendo il tocco con due dita o di confondere la direzione. Il software di bordo mi ha permesso di creare un paio di miglioramenti con delle scorciatoie: tocco a tre dita per chiudere una finestra, e tocco a quattro dita per visualizzare il desktop. La Trackpad di LG non è così liscia o facile da usare come il touchpad MacBook di Apple.

I display sono un punto di forza tradizionale dei dispositivi LG, e questa tendenza continua con il portatile Gram. Il 14 pollici, pannello IPS 1080p su questo PC manca di extra particolari come il touch, il vetro edge-to-edge, o di una risoluzione spettacolare, e si stabilisce, invece, per essere solo molto buono e nella norma. Offre eccellenti angoli di visione e grande contrasto, con un livello di nero che è indistinguibile dalla cornice nera intorno allo schermo. Venuto da un lungo periodo utente MacBook Air, mi sento trasportato nel futuro quando si guarda LG Gram. Chiunque altro che non si è ancora aggiornato ad un computer portatile con un display IPS potranno godere di un altrettanto sostanziale senso di aggiornamento con questo PC LG. Naturalmente, ci sono alternative ad alta risoluzione, come il Lenovo Yoga 3 Pro, Kirabook di Toshiba, Dell XPS 13, e di Microsoft Surface Pro 4 e Surface Book. Lo schermo del LG Gram è perfettamente sufficiente, e preferirei non pagare il doppio del prezzo per dei pannelli di fascia alta.

I due aspetti più soddisfacenti del notebook LG Gram sono la compattezza e il suo software. Devo continuare a ricordare a me stesso che si tratta di un computer portatile da 14 pollici, perché non si sente il suo peso o l’ingombro. Posso portare con me LG Gram  anche tenendolo da un solo angolo per la sua manegevolezza. La cerniera potrebbe oscillare durante la digitazione, ma è comunque affidabile e si apre e si chiude con un movimento sicuro e si adatta perfettamente alla propria posizione preferita.

Una nota caratteristica è l’avvio istantaneo di LG, che, fedele al suo nome, assicura il portatile pronto per l’uso immediato, che si tratti di stand-by o da spento.
L’LG Gram nelle sue massime specifiche, ovvero il 2.4GHz Core i7 top delle caratteristiche tecniche, non ci sorprende sul fatto che sia veloce. Un utilizzo assiduo in web, non avremo mai segni di cedimento con questa macchina, e applicazioni di produttività come Microsoft Office e Adobe Photoshop non sono un problema. C’è un costo, però, anche con un basso voltaggio della CPU i7-5500U. Il Fan di LG Gram gira spesso  per mantenere il processore dual-core senza surriscaldamenti, e qualche volta lo fa in momenti del tutto innocui, come nel caricamento del browser. Mi sarebbe piaciuto vedere questo portatile con i più recenti processori Intel Skylake, che dispongono di sesta generazione micro architettura della società, un successore per la quinta generazione all’interno del Gram.

                                                    LG DIMENTICA UNA BATTERIA PERFORMANTE E POTENTE

Forse un processore Skylake avrebbe potuto fare qualcosa per aiutare la più grande debolezza del LG Gram: la durata della batteria. Non vi è praticamente alcun modo per ottenere più di 5 ore di uso regolare di questo notebook. LG si è data molto da fare, con molti sforzi e investimenti nella creazione di un computer portatile più sottile e più leggero in un 14 pollici, ma nonostante ciò ha resto tutto insignificante dimenticando di accorpare una vera e propria batteria all’interno del Gram.

Aggiungendo alla beffa della durata della batteria, nel collegare il caricabatterie e un paio di cuffie, sentiremo generare un ronzio elettrico molto fastidioso. LG ha un DAC Wolfson (convertitore digitale-analogico) per “qualità audio Hi-Fi”, integrato nel Gram, ma nonostante ciò rende tutto meno perdonabile visto che non trascura questo fastidio evidente.

                                                  L’LG Gram E’ LA DEFINIZIONE STESSA DI UNA CONTRADDIZIONE.

E’ stato progettato per creare un nuovo notebook in termini di portabilità con schermi più grandi, ma la pecca nel termine di leggerezza in qualsiasi dispositivo elettronico è proprio la durata della batteria. Non c’è modo per me di raccomandare questo computer portatile, soprattutto per il al prezzo, parliamo di $ 1,399.99 del modello Core i7 con 256 GB di spazio di archiviazione. Se si desidera un portatile compatto che ha la maggior parte delle specifiche tecniche del Gram, possiamo consigliare i nuovi XPS13 di Dell  a partire da $ 799 e  include opzioni di processori Skylake. Oppure si potrebbe comprare una mezza dozzina di Chromebook.

Il notebook Gram doveva essere l’inizio di nuovi prodotti da parte di LG. Invece, l’LG Gram è classico LG, con un grande display e l’ingegneria intelligente, ma anche un design derivato e costruzione interessante.