La fascia bassa del mercato si sta riempendo sempre più di smartphone con caratteristiche si base, ma molto validi per essere usati nella vita di tutti i giorni , che non ci costringono a comprare per forza un top di gamma. Il MOTO E4 Plus è uno di questi, caratteristiche base e prezzo basso, che però non fa rimpiangere del tutto device di categoria superiore.

UNBOXING E PRIME IMPRESSIONI

Sempre molto bella la scatola arancione dei Lenovo/Motorola che nasconde al suo interno, oltre allo smartphone, solo il caricatore da 5.2V/2A (Circa 3 ore per una ricarica completa) e il cavo dati micro-USB. Quando si prende in mano il terminale si nota subito una cosa su tutte, il peso, infatti i 198 grammi di questo MOTO E4 Plus si fanno sentire tutti, ma di questo discorso parleremo dopo.

DESIGN E MATERIALI: 6.5

Sicuramente non il punto forte di questo terminale, e non lo vuole neanche essere. La back cover è una delle poche ad essere rimasta removibile (anche se la batteria è comunque integrata) ed è in metallo nella parte centrale, mentre ci sono due bande di plastica alle estremità per le antenne. Non è tra i telefoni più curati come design, ma in generale, grazie anche al vetro stondato 2.5D, fa la sua figura

HARDWARE E USO QUOTIDIANO: 7.5

Se si guarda esclusivamente la scheda tecnica, questo Motorola è da escludere a priori, non tanto per i 3 GB di RAM e i 16 di memoria interna, ma per il vecchio MediaTek  MT6737 con Cortex-A53 che monta come processore. Questo però può trarre in inganno, infatti, anche se la scheda tecnica non è al top, le prestazioni di questo MOTO E4 Plus sono più che dignitose, e questo è un plauso da fare agli ingegneri di Lenovo che sono riusciti a dare nuova vita ad un processore ormai abbastanza vecchio, anche se valido.

Questo è uno dei motivi per cui accorpo queste due categorie, perché non sempre la scheda tecnica dice tutto di un terminale e con questo device ne ho avuto la conferma. Ovviamente non si parla comunque di un telefono con prestazioni esagerate, ma non ha mai impuntamenti strani e una volta che le applicazioni si sono aperte girano senza problemi. Anche la navigazione web è ok.

Due cose di questo terminale penalizzano tantissimo l’uso quotidiano, una è il peso, infatti 198 grammi sono veramente tanti (forse troppi) per un dispositivo che è stato creato per essere usato in mobilità,  forse avrei preferito una batteria meno prestante (e meno esagerata), ma con un peso più contenuto.

Il secondo elemento è il pulsante anteriore, che non è però cliccabile, che fa da sensore di impronte, tra l’altro riconosce sempre l’impronta anche se ci mette qualche momento a sbloccare il terminale. La cosa che non mi è piaciuta sono le gesture che si devono usare su questo pulsante per tornare indietro e aprire il multitasking, che sono macchinose e non vengo sempre recepite al meglio, cosa che vi porterà quasi sicuramente ad usare i pulsanti classici a display. Forse questo era un elemento in cui potevano lavorare di più in casa Lenovo.

DISPLAY: 7

Pur essendo solo un HD spalmato su una diagonale abbastanza ampia da 5.5 pollici, il display fa sicuramente la sua figura. I 267 ppi non sono moltissimi, ma si vede che il pannello è di qualità, i colori vengono riprodotti bene (c’è anche un menù per tararli) e i contrasti sono buoni, anche le scritte piccole si riescono a leggere.

I neri non sono assoluti, essendo un IPS base di gamma c’era da aspettarselo, e questo si vede soprattutto quando si attiva il Moto Display, ma in generale le qualità di visione è più che buona per la fascia di prezzo a cui appartiene questo terminale.

BATTERIA: 9

Batteria assurda, forse sproporzionata per un device del genere, che però con i suoi 5000 mAh riesce a garantire ben due giornate normali con il mio uso, o sennò arrivare a sera con circa il 30% con una giornata superstress.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Non so se reputare questa batteria esagerata un pregio assoluto, forse avrei preferito qualche mAh in meno con un telefono più leggero e quindi usabile con una sola mano. Magari si faceva solo un giorno stress, ma almeno il device sarebbe stato più comodo.

FOTOCAMERA: 7.5

Voglio precisare che in questo ambito il voto tiene presente anche la fascia di mercato in cui si inserisce questo MOTO E4 Plus. Infatti i base di gamma, di solito, sono deficitari sotto questo aspetto, invece questo Lenovo si difende benissimo.

La camera posteriore da 13 megapixel con apertura f/2.0 fa buoni scatti, soprattutto con tanta luce. Quando la luce inizia a calare le foto vengono un pochino più impastate, ma qui c’è da fare un plauso al flash LED dual-tone che illumina molto bene le scene buie. Anche l’HDR lavora molto bene e non ha un tempo di esposizione troppo lungo, il che fa si che le foto non vengano mosse.

Questo slideshow richiede JavaScript.

La camera anteriore da 5 megapixel, anche questa con flash LED, fa buoni selfie da condividere sui social, quello che di solito è l’ambito principale in cui si usano questo tipo di foto. Quindi, per la fascia di prezzo in cui si trova, questo Motorola fa davvero ottime foto.

Questo slideshow richiede JavaScript.

CONNETTIVITA’ E MULTIMEDIA: 7

Per quanto riguarda l’aspetto ricezione non c’è nulla da segnalare, prende bene ovunque, l’audio in chiamata è buono anche se tendente alle note alte dalla capsula auricolare. In vivavoce il volume non è altissimo, utilizzabile solo in ambienti poco rumorosi.

L’altoparlante principale suona abbastanza bene quando si ascolta la musica, ma mancano quasi completamente le note basse, però la pressione sonora è più che buona per ascoltare musica o video. Se si collegano delle cuffie (che non sono in dotazione) la situazione ovviamente migliora, ma non ha pregi particolari a cui fare riferimento.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Da fare un piccolo plauso anche alla piccola suite “Moto” che comprende le Moto Action e il Moto Display. Il Moto Display è quella funzione che, quando il device è bloccato e lo si prende in mano, ci mostra le notifiche e ci consente di andare direttamente alla notifica scelta, veramente molto comodo.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Le Moto Action ci consentono di rimpicciolire il display con una gesture e di raggruppare nel “pulsante” centrale tutti i pulsanti di Android, ma di questo ho già parlato sopra.

QUALITA’-PREZZO: 8

Il prezzo di questo Lenovo MOTO E4 Plus varia tra i 137 e i 170 euro circa, su Amazon la versione Nera che ho io sta a 140 euro (vi lascio il link alla fine dell’articolo), un prezzo a fuoco per questo tipo di terminale, che come rapporto qualità-prezzo è più che ottimo.

I conoscitori più profondi della tecnologia diranno che a quel prezzo ci sono alternative valide sul mercato cinese, ed è vero, ma su questo MOTO non bisogna essere utenti consapevoli, perché il device sarà pronto out of the box, il che, per gli utenti che comprano questo tipo di smartphone, non è male.

CONCLUSIONI

In generale il MOTO E4 Plus è un buon telefono, pur avendo un processore di vecchia generazione gira molto bene grazie alla tanta ottimizzazione fatta da Lenovo. Non c’è un ambito dove eccelle (forse la batteria?), ma neanche un ambito dove è deficitario, è un device molto equilibrato, perfetto per chi vuole spendere poco senza particolari compromessi.

Motorola Moto E4 Plus Smartphone, Memoria Interna da 16 GB, Doppia Nano-SIM, Grigio (Elettronica)


List Price: EUR 199,99
New From: EUR 127,99 In Stock
Used from: EUR 106,16 In Stock


var CONSTANTS = { productMinWidth : 185, productMargin : 20 };

var $adUnits = jQuery('.aalb-product-carousel-unit'); $adUnits.each(function() { var $adUnit = jQuery(this), $wrapper = $adUnit.find('.aalb-pc-wrapper'), $productContainer = $adUnit.find('.aalb-pc-product-container'), $btnNext = $adUnit.find('.aalb-pc-btn-next'), $btnPrev = $adUnit.find('.aalb-pc-btn-prev'), $productList = $productContainer.find('.aalb-pc-product-list'), $products = $productList.find('.aalb-pc-product'), productCount = $products.length;

if (!productCount) { return true; }

var rows = $adUnit.find('input[name=rows]').length && parseInt($adUnit.find('input[name=rows]').val(), 10); var columns = $adUnit.find('input[name=columns]').length && parseInt($adUnit.find('input[name=columns]').val(), 10);

if( columns ) { var productContainerMinWidth = columns * (CONSTANTS.productMinWidth + CONSTANTS.productMargin) + 'px'; $adUnit.css( 'min-width', productContainerMinWidth ); $productContainer.css( 'min-width', productContainerMinWidth ); $products.filter( ':nth-child(' + columns + 'n + 1)' ).css( 'clear', 'both' ); }

if (rows && columns) { var cutOffIndex = (rows * columns) - 1; $products.filter(':gt(' + cutOffIndex + ')').remove(); }

function updateLayout() { var wrapperWidth = $wrapper.width(); var possibleColumns = columns || parseInt( wrapperWidth / (CONSTANTS.productMinWidth + CONSTANTS.productMargin), 10 ); var actualColumns = columns || possibleColumns actualColumns ) { $btnNext.css( 'visibility', 'visible' ).removeClass( 'disabled' ).unbind( 'click' ); $btnPrev.css( 'visibility', 'visible' ).removeClass( 'disabled' ).unbind( 'click' ); } $productContainer.jCarouselLite( { btnNext : '#' + $adUnit.attr( 'id' ) + ' .aalb-pc-btn-next', btnPrev : '#' + $adUnit.attr( 'id' ) + ' .aalb-pc-btn-prev', visible : actualColumns, circular: false } );

}

updateLayout(); jQuery(window).resize(updateLayout); }); });

/*! * jCarouselLite - v1.1 - 2014-09-28 * http://www.gmarwaha.com/jquery/jcarousellite/ * Copyright (c) 2014 Ganeshji Marwaha * Licensed MIT (https://github.com/ganeshmax/jcarousellite/blob/master/LICENSE) */

!function(a){a.jCarouselLite={version:"1.1"},a.fn.jCarouselLite=function(b){return b=a.extend({},a.fn.jCarouselLite.options,b||{}),this.each(function(){function c(a){return n||(clearTimeout(A),z=a,b.beforeStart&&b.beforeStart.call(this,i()),b.circular?j(a):k(a),m({start:function(){n=!0},done:function(){b.afterEnd&&b.afterEnd.call(this,i()),b.auto&&h(),n=!1}}),b.circular||l()),!1}function d(){if(n=!1,o=b.vertical?"top":"left",p=b.vertical?"height":"width",q=B.find(">ul"),r=q.find(">li"),x=r.size(),w=x0?z-b.scroll:z+b.scroll)}),b.auto&&h()}function h(){A=setTimeout(function(){c(z+b.scroll)},b.auto)}function i(){return s.slice(z).slice(0,w)}function j(a){var c;a=y-w+1&&(c=a-x-b.scroll,q.css(o,-(c*t)+"px"),z=c+b.scroll)}function k(a){0>a?z=0:a>y-w&&(z=y-w)}function l(){a(b.btnPrev+","+b.btnNext).removeClass("disabled"),a(z-b.scrolly-w&&b.btnNext||[]).addClass("disabled")}function m(c){n=!0,q.animate("left"==o?{left:-(z*t)}:{top:-(z*t)},a.extend({duration:b.speed,easing:b.easing},c))}var n,o,p,q,r,s,t,u,v,w,x,y,z,A,B=a(this);d(),e(),f(),g()})},a.fn.jCarouselLite.options={btnPrev:null,btnNext:null,btnGo:null,mouseWheel:!1,auto:null,speed:200,easing:null,vertical:!1,circular:!0,visible:3,start:0,scroll:1,beforeStart:null,afterEnd:null}}(jQuery);

 

 

RASSEGNA PANORAMICA
Design e materiali
6,5
Hardware e uso quotidiano
7.5
Display
7
Batteria
9
Fotocamera
7.5
Connettività e Multimedia
7
Qualità / Prezzo
8
CONDIVIDI
Articolo precedenteNokia 2: due giorni con una sola ricarica
Prossimo articoloEscape from Tarkov | Anteprima
Sono un ragazzo appassionato di ogni sfaccettatura della tecnologia, che grazie ad un gruppo di fantastici ragazzi č riuscito a realizzare il suo sogno di condividere la sua passione con tutto il mondo di internet, sperando di arrivare al pių grande pubblico possibile. Metto tutto me stesso in quello che faccio, e spero che tutti apprezzino il mio lavoro e quello di tutti i miei amici e collaboratori del sito,