La nuova frontiera dell’ordinazione del cibo sta prendendo sempre più piede in un mondo che tecnologicamente è molto avanzato, siamo passati dall’andare fisicamente a mangiare qualcosa, all’ordinare il cibo su internet (vedi Justeat), ma tra pochissimi anni questo potrebbe evolversi ancora di più.

151103123221-starship-robot-780x439

Infatti, il cibo oggi viene consegnato da fattorini, ma come per le consegne di Amazon, anche le consegne del cibo potrebbero automatizzarsi impiegando droni. Ci ha pensato l’ex fondatore di skype, Ahti Heinia, che in poco tempo ha ideato Starship, un drone terrestre dotato di 6 ruote testato e messo alla prova in diversi paesi europei come Londra, Dusseldorf, Berna e Amburgo con la collaborazione di Metro Group e la società tedesca Hermes.

skype-co-founders-launch-the-starship-ground-drone-for-deliveries

Il drone ha superato brillantemente il suo lungo periodo di test registrando 8000 km di distanza percorsa e zero incidenti, fattore fondamentale per questi droni autonomi. Starship è pensato esclusivamente per consegne a “corto raggio”, quindi si parla di pochi chilometri, esso può raggiungere i 6.5 km/h ed è totalmente elettrico, quindi zero emissioni, come viene spiegato nel video ufficiale (che vi alleghiamo di seguito). Ovviamente è dotato di GPS e di vari sensori per evitare di colpire gli ostacoli e per aumentare la sicurezza del mezzo.

starship-technologies-delivery-robot-designboom-01-818x584

Al momento la sua commercializzazione è prevista solo in Europa, il progetto partirà principalmente nei paesi dove è stato testato ma non escludiamo una sua espansione anche in altri continenti, sarà più difficile invece vederlo in Italia.

Il limite più grande per ora sono i costi di consegna che si aggirano sui 14€ma la startup li vuole ridurre arrivando ad un solo euro.

Cosa ne pensate di Starship? Prenderà piede o sarà un flop? Fatecelo sapere con un commento 🙂