Il nome Project Ara non vi sembrerà sicuramente nuovo, infatti Google si sta impegnando da qualche anno per portare a termine il progetto di uno smartphone modulare. Adesso, però, sembra che il progetto sia arrivato alla fine, infatti la casa di Mountain View ha confermato che lo smartphone modulare arriverà sul mercato ufficialmente nel 2017.

La conferma arriva direttamente da Blaise Bertrand, capo dell’Inovazione e Creazione di Google ATAP, che durante la terza giornata del Google I/O 2016 ha parlato proprio di Project Ara, dicendo che Google rilascerà un dispositivo per gli sviluppatore alla fine di quest’anno, per poi commercializza ufficialmente il device nel 2017

L’uso dello smartphone modulare è la cosa che rende tutti gli appassionati molto curiosi, infatti poter avere uno smartphone in grado di aggiornarsi con gli anni o aggiungere funzionalità nuove semplicemente aggiungendo un modulo potrebbe essere molto interessante. Inoltre, con il nuovo dispositivo, Google ha ottimizzato gli spazi per i moduli, i quali potranno essere rimossi solamente pronunciando “Ok Google, rimuovi il modulo X” o tramite l’app dedicata.

Lo smartphone è dotato di sei slot per i moduli, che si differenziano per materiali, colori e, ovviamente, funzionalità. Usando questi moduli si potrà cambiare il comparto audio o foto, aggiungere display secondari o moduli specifici tipo quello per misurare la glicemia, utile per i diabetici.

 

Vista la stagnazione attuale della tecnologia, visto che gli smartphone sono ormai molto potenti, potrebbe essere questo smartphone modulare il device del futuro? O sarà un buco nell’acqua? Lo scopriremo solo con il tempo.