L’utilizzo di notte dello smartphone causa cecità temporanea

0

Da uno studio condotto dal New England Journal of Medicine, usare lo smartphone di notte causerebbe cecità temporanea. Scopriamo insieme come hanno condotto gli studi.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Gli studi sono stati condotti su due ragazze, riuscendo a scoprire quella che hanno denominato cecità temporanea da smartphone. Entrambe sono andate in ospedale lamentando che con un occhio non sono riuscite a veder per circa 15 minuti e dopo vari esami, tutti hanno dato esiti negativi.

L’unica spiegazione plausibile che i medici sono riusciti a fornire, che le pazienti hanno utilizzato lo smartphone al buio con uno dei due occhi completamente chiuso o coperto, dunque un solo occhio ha dovuto svolgere tutto il lavoro. Secondo i medici la cecità temporanea non sia la causa di qualcosa di più grave e senza nessuna conseguenza se gli occhi sono aperti entrambi. Una piccola soluzione “alla cecità temporanea” è la modalità notturna presente su tutti gli OS mobile.

Condividi.

Altro sull'autore

Salve a tutti, sono Vittorio Russo, il creatore di Viktec.net Appassionato di tecnologia sin da piccolo. Sono un perito in elettronica e telecomunicazioni. Grandissima passione per smartphone e computer, sia nell'assemblare che nell'aggiustare qualsiasi dispositivo. Mi piace molto conoscere qualsiasi informazione sull'informatica, creando in questo modo il sito Viktec per condividere più informazioni possibili con i miei lettori e con persone che mi seguiranno.