Dalla Cina arriva Alldocube X, un tablet che promette (almeno dalle caratteristiche tecniche) di dare filo da torcere alla concorrenza. La caratteristica di punta di questo tablet è sicuramente lo schermo, infatti monta un display AMOLED Samsung da 10,5 pollici estremamente sottile con risoluzione di 2k (2560 x 1600p), il quale lo differenzia, in maniera positiva, da altri tablet in commercio con schermo IPS.

Da quanto è stato riportato dall’azienda, il display permette di avere una qualità migliore rispetto ad altri device. Grazie ad un’ampia gamma di colori e un contrasto eccellente dovuto alla tecnologia AMOLED e l’High Dynamic Range, gli utenti vivranno un’esperienza di visione eccezionale.

Alldocube X ha un design curato e contenuto, infatti misura solo 245 x 175 x 6.9mm, per fare chiarezza le stesse dimensioni di Ipad Pro 10.5 pollici. La batteria è da 8000 mah e garantisce 5,5h di autonomia con un uso intenso e 72h con un uso normale. Nella cornice in metallo è contenuto il sensore di impronte digitali che permette di tenere al sicuro i tuoi dati e garantisce la tua privacy. E’ distribuito con la versione di Android più recente, ovvero la 8.1.

Al suo interno è dotato di una CPU HexaCore MT8176 e una memoria RAM 4G LPDDR3 con le quali può riprodurre facilmente filmati 4K. Inoltre dispone di una memoria eMMC da 64 Gb e supporta l’espansione della memoria tramite Micro-SD fino a 128 Gb. Alldocube X utilizza un chip audio Hifi AKM per migliorare l’esperienza utente e permettere un coinvolgimento maggiore durante la riproduzione di film.

Alldocube X supporta la ricarica rapida MTK PE +, ovvero la più recente tecnologia di ricarica attualmente in commercio e può ridurre drasticamente il tempo di ricarica. La batteria, almeno così ha riferito l’azienda, ha una lunga durata, mantiene l’85% della capacità della batteria anche dopo 1000 cicli di carica.

Articolo precedenteCuffie bluetooth Mpow S6
Prossimo articoloCome risparmiare il canone fisso passando a VoiP
Sono un appassionato di tecnologia di fin da bambino ed anche ora, dopo tutto questo tempo, tutto ciò che riguarda quell'ambiente mi entusiasma. Ora sono studente di Informatica presso l'Università degli Studi di Urbino "Carlo Bo".
CONDIVIDI