HTC ha reso noti i risultati finanziari relativi al terzo trimestre del 2015, andando di fatto a dimezzare il fatturato rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, andando quindi a consolidare una situazione negativa che inizia a farsi insostenibile in maniera preoccupante.

 Proprio per questo motivo HTC ha deciso di non comunicare agli investitori le proprie aspettative per il prossimo trimestre. Nel terzo trimestre il fatturato è stato paria 21,4 miliardi di dollari taiwanesi, circa 600 milioni di euro. A fronte del fatturato le perdite operative, dopo aver calcolato le tasse, ammontano a 4,5 miliardi di dollari taiwanesi, circa 125 milioni di euro.

 HTC sta proseguendo nel programma di ristrutturazione e snellimento della propria struttura, con una conseguente riduzione dei costi e quindi delle perdite operative.

 Il nostro approccio del ‘ritorno alle basi’ per riallineare l’organizzazione, sta dando i suoi frutti, con un nuovo spirito imprenditoriale che sta emergendo e che ci permetterà di rispondere più velocemente alle mutevoli condizioni di mercato. Questo ci metterà in una buona posizione, visto che ci aspettano alcuni trimestri ricchi di lanci di prodotti eccitanti attraverso tutte le nostre unità operative, a partire dallo spettacolare lancio del nostro bellissimo HTC One A9, Potremo così continuare a perseguire la nostra strategia di crescita.

 Questo il pensiero di Cher Wang, CEO di HTC, che ha parlato dunque del recente lancio di HTC One A9, che nelle speranze del produttore taiwanese potrebbe rafforzare le vendite nel periodo natalizio. Qualche analista ha già storto il naso di fronte ad un prezzo ritenuto troppo elevato per il mercato attuale, ma HTC sembra avere ben chiara la strada da seguire quindi solo il tempo potrà dire chi ha ragione.

 Le performance di vendita continuano ad essere negative e le scelte strategiche non sembrano premiare in alcun modo HTC, il cui destino appare sempre più nero, a dispetto delle parole di Cher Wang.