LG V20 era sicuramente tra i device più attesi, ma LG ha deciso di non portarlo a IFA 2016, ma di presentarlo a San Francisco, in un evento tenutosi al Pier 27 dell’Embarcadero. Questo terminale è molto importante per l’azienda coreana, in quanto potrebbe risollevare le sue sorti, visto il grande successo di V10.

LG V20 sarà il primo smartphone in commercio a montare Android 7.0 Nougat nativamente, ma è a livello di materiali che ci sono grandi novità. Infatti i più sbadati potranno stare più tranquilli con questo terminale, in quanto LG lo ha costruito con materiali molto resistenti, come l’alluminio AL6013 (utilizzato anche per gli aerei) e anche un nuovo materiale in silicone che riduce i danni da caduta di oltre il 20%. Inoltre, questo V20, è anche certificato MIL-STD 810G, in quanto ha superato il test di caduta da 1,2 metri.

 

Soffermiamoci però sulla caratteristica più importante di questa serie di LG, che aveva contraddistinto il modello precedente. Infatti anche su questo V20 è ovviamente presente il secondo display per le notifiche, che è più luminoso del precedente e può mostrare font fino a 50% più grandi. Inoltre, grazie all’Expandable Notifications, l’utente può accedere direttamente alle notifiche con un semplice tap sul secondo display.

id530560_1

LG ha risposto grande attenzione anche nel comparto audio e video, come detto dallo stesso Juno Cho in fase di presentazione, infatti sono state implementate varie funzionalità a livello di video e audio, come lo Steady Record 2.0, che permetter di registrare filmati nitidi senza vibrazioni grazie all’azione dello stabilizzatore elettronico dell’immagine EIS 3.0, sviluppato da Qualcomm.

id530559_1

Anche a livello audio sono state fatte migliorie importanti, infatti il V20 è dotato di ben 3 microfoni che riescono a registrare in modo professionale la voce, grazie alla soluzione Linear Pulse Code Modulation a 24-bit/48 MHz, ma anche grazie alle opzioni Low Cut Filtre e Limiter, che riescono a rimuovere il rumore di fondo impostando la corretta distanza di registrazione della voce.

id530558_1

Come già detto, LG V20 è dotato di tre microfoni che riescono a catturare l’audio con una distorsione del rumore minimizzata del 50% grazie alla Hi-Fi Quad DAC a 32-bit, sviluppata da ESS Technology. Le registrazioni audio si possono anche gestire in modo approfondito grazie all’app Studio Mode.

id530561_1

Come anche su G5, LG si è soffermata molto sulla camera, infatti all’anteriore troviamo una 5 megapixel con un angolo di 120 gradi, cosi da scattare selfie panoramici, mentre al posteriore troviamo la camera standard da 16 megapixel con un’apertura a 75 gradi, e quella grandangolare da 8 megapixel con apertura a 135 gradi.

id530564_1

Anche la messa a fuoco è stata ripresa da G5, con l’Hybrid Auto Focus che combina ben tre meccanismi di messa a fuoco, garantendo una messa a fuoco molto rapida.

Passando alle caratteristiche vere e proprie, questo V20, come già detto, monterà Android 7.0 Nougat nativamente, con l’interfaccia LG UX 5.0+, mentre lo schermo sarà un 5.7 pollici QHD con una densità di 513ppi, mentre il display secondario è un 160×1040 pixel, tutti sfruttano la tecnologia IPS Quantum Display. A muovere il tutto c’è ovviamente lo Snapdragon 820 di Qualcomm, con 4 GB di RAM LPDDR4 e 64 GB di memoria interna espandibile fino. Presente, inoltre, la connettività completa, con il Wi-Fi dual band, il Bluetooth 4,2, l’NFC e l’USB Type-C, oltre al sensore di impronte digitali posteriore. La batteria è rimovibile come su G5, ed è da 3200mAh compatibile con la tecnologia Quick Charge 3.0.

id530562_1

LG V20 sarà disponibile nelle colorazioni Titan, Silver e Pink in Corea del Sud a partire da questo mese e dal 23 settembre a 649$ con T-Mobile. Ancora non si sanno prezzi e disponibilità in Italia non sono stati comunicati.