Oggigiorno gli smartwatch sono sempre più diffusi e risulta molto difficile scegliere in una vasta gamma di prezzi il migliore, eppure il Lifesense Band 2 riesce a reggere il confronto con gli altri. Di seguito vi illustreremo pregi e difetti di questo smartwatch.

LA CONFEZIONE

La confenzione di questa lifesense è molto semplice, la scatola è piccola e compatta, infatti contiene il braccialetto, un manuale di istruzioni multilingue, tradotte piuttosto male, ed il QR code da scannerizzare sull’applicazione Lifesense di cui vi parlerò dopo.

Voto 7

LIFESENSE BAND 2

Il braccialetto è composto da uno schermo Oled con un unico tasto capacitivo per il cambio dei menu, il cinturino è in silicone con un ottimo aggancio a clip, mentre gli agganci per cambiare il cinturino sono molto accurati ed affidabili ma messi in una posizione scomoda e risulta quindi difficile staccare il cinturino. L’attacco per la ricarica è di tipo USB ed è posto su uno dei due agganci per il cinturino.

Lo smartwatch è fornito di 4 menu. Per passare da un menu all’altro basta premere sul tasto capacitivo. Il primo menu contiene l’orario, il secondo visualizza il numero di passi effettuati ella giornata, il terno misura il battito cardiaco, il 4 visualizza i chilometri percorsi durante il giorno, il 5 visualizza le calorie bruciate ed infine il sesto menu permette di avviare una sessione di allenamento tenendo premuto il tasto centrale. Entrati nella sessione di allenamento partirà un timer che cronometrerà la vostra sessione di allenamento. Durante la sessione verranno monitorati costantemente passi, chilometri, calorie e battito cardiaco. Per terminare la sessione basta tener premuto il tasto fino all’apparire della scritta end.

Voto 7.5

APPLICAZIONE LIFESENSE

L’applicazione per monitorare e gestire il vostro smartwatch dallo smartphone è Lifesense.

Essa ha un’interfaccia molto semplice e carina, nella pagina principale vengono mostrati i dati più importanti quali contapassi, ritmo cardiaco durante tutta la giornata con relativo grafico dell’andamento, chilometri percorsi, calorie bruciate e tutte le sessioni di allenamento effettuate con annesso grafico dell’andamento.

Il secondo menu è dedicato al pairing con il dispositivo e alla gestione di esso. Infatti dopo aver effettuato il pairing, potrete entrare nel menu di gestione, dove potrete attivare la sveglia, scegliere se abilitare il cardio frequenzimetro, scegliere se si vuole attivare una notifica, mediante la vibrazione del braccialetto, delle chiamate e dei messaggi in ingresso. Funzione molto carina che viene gestita tramite Smartphone è il Move Reminder che vi ricorda, mediante una vibrazione, di effettuare del movimento ad intervalli di tempo prefissati, in modo tale da, per esempio, non assumere sempre la stessa posizione.

Voto 8

CONCLUSIONI

Alla fine di questa recensione non ci resta che esporre, secondo il nostro punto di vista, i pregi ed i difetti di questo Smartwatch.

Uno dei pregi indiscussi per questo braccialetto è la batteria, INFINITA. Ebbene si, un’ottimizzazione del sistema operativo che mi ha sbalordito, permette oltre 20 gg di utilizzo senza effettuare ricariche.

Tra i difetti, quello, forse, più significativo è quello di aver mal strutturato gli agganci per lo sgancio del cinturino, perché , dovendo sganciare il cinturino per caricare il braccialetto, avrei preferito una soluzione più sbrigativa. Altro difetto è quello che il braccialetto effettua una lettura del battito cardiaco non molto accurata, infatti per avere una lettura affidabile bisogna assolutamente stare fermi ed aspettare all’incirca 1-2 minuti.

Voto finale 7.5