Come tutti sappiamo, ogni apparecchio tecnologico è soggetto a rischi nel mondo del web e questa volta è il turno della Playstation 4. Secondo quanto riportato dai messaggi Reddit, molti utenti stanno segnalando un “messaggio killer” che si aggira nel PSN che una volta ricevuto, causerebbe un blocco permanente della console.

Mamma non ti ha detto di non parlare con gli sconosciuti?

Stando ai messaggi Reddit, si tratta di un messaggio ricevuto da un account fake che, secondo quanto detto dagli utenti, è composto da caratteri apparentemente randomici il quale, una volta arrivato, causa un blocco istantaneo della schermata.

 

Non è però solo il “freeze” improvviso il problema, nel web si parla anche di un blocco permanente con errore “CE-36329-3”, anche dopo il riavvio, che forza gli utenti ad effettuare un reset ai dati di fabbrica, facendo perdere quindi tutti i dati.

A lanciare l’allarme pare siano stati un gruppo di gamer impegnati in una partita a Rainbow Six. Gli utenti in questione affermano di aver ricevuto tutti lo stesso messaggio, ma di non avere mai avuto rapporti con il mittente e che inoltre il messaggio non deve neanche essere aperto, ma è sufficiente riceverlo.

Prevenire è meglio che curare

Diversi utenti affermano che non è possibile aggirare il problema tramite l’applicazione mobile, quindi una volta colpiti le possibilità di recupero sono ben poche. Tuttavia, prevenire potrebbe essere la soluzione migliore.

L’unica arma di difesa a questo punto è, come è logico pensare, modificare le impostazioni di privacy, impostandole in modo tale da poter ricevere messaggi solo da amici. Per farlo dovrete accedere a Gestione Account > Impostazioni Privacy > Impostazioni Personali/Messaggistica e selezionare la voce Solo Amici oppure Nessuno.

Cosa fare in caso di ricezione del “messaggio killer”

Per ora Sony non ha rilasciato dichiarazioni in merito ad un eventuale correzione o possibilità di recupero. Tuttavia un utente afferma di essere riuscito a trovare un modo di aggirare il problema, pubblicando il video/guida su youtube.

Lasciamo in calce la guida, che purtroppo è solo in inglese, di come l’utente afferma di risolvere il problema.