Nel corso di un evento tenutosi a New York Qualcomm ha ufficializzato definitivamente il nuovo processore Qualcomm Snapdragon 820.

 Lo Snapdragon 820 sfrutterà una CPU a 64-bit composta da quattro core custom “Kryo” realizzati con processo produttivo FinFET a 14nm, che lavoreranno alla frequenza di 2.2 GHz. Lato GPU verrà adottata la nuova Adreno 530 con supporto alle librerie OpenGL ES 3.1+. La combo GPU + GPU garantirà un netto incremento prestazionale in termini di potenza di calcolo e consumi rispetto al SoC Snapdragon 810. Con il nuovo System-On-Chip farà il proprio debutto anche il sensore d’immagine Qualcomm Spectra Image Sensor Processor (dual ISP), che consentirà di gestire al meglio i sensori d’immagine fino alla risoluzione di 28 megapixel. Non mancherà poi il pieno supporto per le ultime tecnologie di memoria: RAM LPDDR4 dual-channel a 1866MHz per ciò che concerne la memoria ad accesso casuale e UFS 2.0 (con anche eMMC 5.1) per lo storage di massa. La compatibilità con i display 4K e la possibilità di gestire l’output in 4K e i display esterni con risoluzione 1080p e 4K confermano la bontà del chip made in Qualcomm.

La connettività sarà completa grazie al Wi-Fi 802.11ac 2×2 MU-MIMO e al modem Snapdragon X12 LTE (LTE Cat 12/13 con velocità in download pari 600 Mbps e velocità in upload pari a 150 Mbps). Infine il supporto per la ricarica veloce Quick Charge 3.0 e il nuovo DSP Hexagon 680, che si occuperà della gestione dei sensori.

Il SoC Qualcomm Snapdragon 820 farà il proprio debutto nel 2016 insieme al SenseID, anche se saranno gli OEM a doverlo includere nei loro dispositivi e quindi potrebbe non essere disponibile per tutti.