Meizu è una delle compagnie cinesi più conosciute dalle nostre parti, ma dopo essere partita forte negli anni precedenti, ha un po’ frenato, soprattutto nell’innovazione dei suoi smartphone. Adesso però è pronta a rilanciarsi riorganizzando la sua struttura interna in tre divisioni (Meizu, Blue Charm e Flyme) per iniziare i preparativi in vista del Pro 7.

Ovviamente queste 3 “compagnie” sono essenzialmente divisioni di un’unica entità, che resta comunque Meizu, con Jack Wong che rimane CEO della società nel suo complesso. Le divisioni specifiche hanno, invece, loro presidenti divisi: Li Nan, ex vicepresidente di Meizu, guiderà Blue Charm, mentre la divisione Flyme andrà in mano a Yang Yan, ex vicepresidente senior.

Tutto questo, come già detto, non modifica sostanzialmente Meizu, con ogni probabilità questa ristrutturazione organizzativa è stata fatta per far crescere ancora di più la rilevanza del marchio a livello mondiale, anche il vista del lancio del Meizu Pro 7.

Il nuovo top di gamma di Meizu dovrà sicuramente stupire, dopo il grande ritorno con Pro 6 Plus, ma non si hanno ancora date ufficiali per la presentazione. Quello che circola in rete è il prezzo, che a quanto pare dovrebbe arrivare sui 4000 yuan, cioè circa 530 euro.

Noi tutti speriamo che questa riorganizzazione faccia bene a Meizu, e che il nuovo Pro 7 stupisca tutti, anche perché il livello di prezzo degli smartphone della compagnia è salito, ora bisogna accompagnarlo cercando di fare qualcosa di innovativo e al passo con i tempi attuali.