Come abbiamo potuto vedere in questi ultimi mesi, con l’espansione della “Realtà Virtuale” anche Samsung ha deciso di entrare in questo nuovo mondo diventando un’azienda di riferimento sotto questo punto di vista, producendo visori dall’ottimo rapporto qualità/prezzo e firmando anche importanti partnership come quella con Oculus per l’ultimo Gear VR.

Samsung

Ma Samsung ha ambizioni decisamente più grandi e non si vuole fermare quì, anzi, in un evento di San Francisco, Young Sohn, rappresentante Samsung, ha dimostrato come l’azienda voglia investire e ricercare in questa tecnologia e che, al momento, essa risiede in una fase di “attesa”, ovvero sta cercando di capire come muoversi. Nonostante questa fase di attraversamento, si è anche parlato dei probabili progetti futuri, come visori VR “autonomi” cioè senza l’utilizzo obbligatorio di uno Smartphone e di Display con sempre più risoluzione, addirittura si parlerà di schermi in 10K.

Tutto ciò richiede un grosso investimento che, solo, una multinazionale come Samsung potrebbe fare, infatti, l’azienda coreana ha stimato che per i prossimi anni potrebbe mettere sul piatto tra i 5 ed i 10 miliardi di dollari.

Samsung pensa anche al campo medico, come da anni fa, per il futuro sta cercando di sviluppare schermi addirittura con risoluzione 11K per una migliore precisione durante le diagnosi.

Cosa ne pensate voi del VR? Avrà futuro o è la solità moda che negli anni si estinguerà?