Samsung ha presentato giorno 2 agosto 2016 il phablet, tanto gettonato e tanto atteso, Galaxy Note 7. Purtroppo però per la casa sud-coreana, il Note 7, non ha ottenuto il successo che tanto sperava.

note-7-con-s-pen

Samsung Galaxy Note 7 è stato (per il tempo che ha trovato) il re dei phablet, grazie alle sue specifiche senza eguali e grazie anche, all’ottimo lavoro che Samsung ha svolto per creare questo meraviglioso smartphone. Le cose, non sempre vanno come ci si aspetta, infatti il Note 7 ha subito diversi ( ed irrimediabili) problemi, cioè l’esplosione delle batterie dello stesso. Avete capito bene, esplosione, perché ci sono stati più Note 7 a cui è esplosa la batteria, causando guai molto seri a persone e cose. Pensate semplicemente al fatto che sulle navi e sugli aerei, non era possibile viaggiare con a bordo un Galaxy Note 7.

Dopo queste irrimediabili errori, Samsung, ha provato a rimediare a tutto il caos creato, rimborsando gli utenti e ritirando la maggior parte dei Note 7, cercando insieme agli ingegneri di trovare una risoluzione al problema. Purtroppo però per gli ingegneri di Samsung e per Samsung stessa, non è stato facile rimediare e di conseguenza è stata presa una grossa ed inevitabile decisione. Samsung ha interrotto la produzione del Note 7.  

Una causa, a mio parere, di questo grave problema, potrebbe essere stata proprio l’uscita prematura del phablet, per contrastare, l’ancora non arrivato, iPhone 7. Le cose non sempre vanno come si crede (ribadisco), anzi a volte le aspettative vengono capovolte drasticamente.

 

Comunicato ufficiale Samsung:

A tutela della sicurezza dei consumatori, che è da sempre la priorità di Samsung ed elemento fondante del suo impegno, per garantire i più alti standard di affidabilità e qualità, l’azienda ha deciso di interrompere la vendita e la produzione del Galaxy Note7 e il programma di sostituzione di questi dispositivi, invitando i consumatori a spegnere i Galaxy Note 7 in proprio possesso e riconsegnarlo al punto vendita presso il quale è stato acquistato.

A livello internazionale, stiamo lavorando con organismi di regolamentazione competenti per investigare i casi recentemente segnalati che coinvolgono esclusivamente il modello Galaxy Note7.

Poiché la sicurezza dei consumatori rimane la nostra massima priorità, Samsung ha chiesto a livello globale a tutti gli operatori telefonici e ai distributori partner, di interrompere le vendite e le sostituzioni dei Galaxy Note7.

Relativamente al mercato italiano, il prodotto non è mai stato ufficialmente messo in commercio, se non attraverso una prima fase di pre-ordine di circa 4.000 unità, di cui consegnate meno della metà. Per agevolare il processo di ritiro del Galaxy Note 7, Samsung Electronics Italia ha messo a disposizione alcuni servizi tra cui: servizio di ritiro del prodotto e servizio di assistenza dedicato al numero verde 800 025 520.

A tutti i consumatori, che hanno effettuato il pre-ordine, Samsung Electronics Italia garantisce il rimborso totale e immediato dell’importo versato. Sempre a questi consumatori, verranno inoltre spediti subito dopo la restituzione del Galaxy Note 7, i premi promessi in fase di pre-ordine.

Siamo un leader tecnologico responsabile e fortemente impegnato nel far sentire i nostri clienti in ogni istante sicuri, entusiasti e ispirati, mantenendo alta l’eccellenza dei nostri prodotti. Vogliamo dimostrare di essere concretamente vicini ai nostri consumatori italiani e per questo stiamo lavorando ad un programma dedicato per ringraziarli della fiducia che ci stanno dimostrando-afferma Carlo Barlocco Presidente di Samsung Electronics Italia.

Cosa pensate della decisione presa da Samsung?