Il ddl concorrenza è stato approvato alla Camera e, in attesa della fiducia del Senato, vediamo cosa va a cambiare nel tanto odiato, da molti, telemarketing. Infatti secondo queste nuove norme, sparisce un comma importante con il quale venivano stabilite alcune regole sulle chiamate da parte del call center.

Infatti secondo questo nuovo ddl concorrenza i call center non sono più obbligati a dichiarare l’identità del soggetto per il quale si effettua la chiamata, ne tantomeno a specificare la natura commerciale. Tra l’altro ora non sono più obbligati a far proseguire la chiamata solo con l’assenso dell’interessato.

Ovviamente l’approvazione di questo ddl è già stata soggetta a critiche, la più rilevante è quella del Presidente del Garante della Privacy, Antonello Soro, secondo il quale questa norma sul telemarketing “suscita sconcerto e preoccupazione” in quanto, continua, “essa elimina il requisito del consenso per le chiamate promozionali, “liberalizzando” il fenomeno del telemarketing selvaggio e prevedendo come unica forma di tutela dell’utente la possibilità di rifiutare le sole chiamate successiva alla prima”.