Tumblr è una famosa piattaforma di social network che consente ad i propri iscritti di creare una sorta di blog dove postare contenuti multimediali da condividere con le persone che ti seguono. Con il passare degli anni è diventato ancora più famoso per la possibilità di pubblicare contenuti sessualmente espliciti senza che questi venissero rimossi (come invece succede per Facebook, Instagram, etc ). Tutto questo è continuato fino a qualche settimana fa, quando Apple ha deciso di rimuovere l’applicazione dal proprio Store per i troppi contenuti inadatti, le critiche sulla sicurezza e sugli standard applicati nel controllo dei contenuti. La risposta da parte ella compagnia è una totale riforma della verifica dei contenuti pubblicati dagli utenti ed una eliminazione di essi nel caso non siano conformi con gli standard dal 17 Dicembre 2018.

Leggi anche come eliminare virus porno su computer e smartphone

Come iscriversi a Tumblr

Per prima cosa basti sapere che la piattaforma è disponibile sia tramite applicazione che tramite sito web. In entrambi i casi i passaggi per la registrazione sono i medesimi.

I passi da seguire sono pochi ed estremamente facili. Basterà accedere al sit web o all’applicazione proprietaria Tumblr ed una volta fatto selezionare il tasto Inizia. Fatto ciò è necessario inserire una serie di dati per creare l’account, in particolare un indirizzo Email al quale avete l’accesso, una password e un nome utente. Le vostre credenziali verranno valutate cliccando sul pulsante avanti e Tumblr vi chiederà di specificare la vostra età e di accettare le condizioni di utilizzo.

Se saranno considerate idonee potrete iniziare ad usare il social network, ma dovrete ricordarvi anche di autenticare il vostro account accedendo al vostro account Email e aprendo la mail di Tumblr. Inizialmente vi verrà proposta una pagina attraverso la quale potrete selezionare delle categorie di notizie che vi interessano affinchè Tumblr vi possa proporre i base ai vostri gusti personali.

Evitare il ban per contenuti espliciti

Tumblr ha specificato che utilizzerà degli algoritmi specifici per determinare se i contenuti pubblicati dagli utenti saranno conformi agli standard della piattaforma, quindi non c’è un totale controllo umano sulla faccenda. Proprio per questo motivo non esiste un metodo efficace per evitare il ban sui contenuti se non attenersi il più possibile alle regole imposte dall’azienda.

La preoccupazione più grande è che questi sistemi automatici di prevenzione vadano ad oscurare anche alcuni di quei contenuti che sono in linea con le regole del social network . Un caso simile è capitato qualche anno fa per Facebook e Instagram che, tramite i loro algoritmi, erroneamente censuravano foto di statue che mostravano parti del corpo nude.