L’arma” che ha permesso da pochi anni, di far ottenere successo, o comunque un buon successo, ad uno smartphone, è sicuramente il sensore di impronte digitali.

Tutte le grandi aziende produttrici di smartphone, usano sui loro smartphone il sensore e tra le funzioni più importanti di questa innovazione, c’è sicuramente il fattore sicurezza. Il maggior produttore di sensori di impronte è sicuramente Synaptic, il quale ha deciso di sperimentare ” la nuova” generazione del sensore di impronte.

Tra le principali e nuove features del sensore, ci sarà il riconoscimento della pressione (un po’ come avviene già con il Force Touch ed il 3D Touch di Apple) e le possibili implementazioni anche nei polimeri, quali vetro o ceramica. Questi sensori saranno disponibili nel secondo semestre del 2017, afferma Synaptic, ma non sappiamo se con tutte le funzioni, per i quali sono stati creati.

E voi cosa pensate a riguardo?