Il grande passo falso di Samsung con Note 7 non verrà sicuramente dimenticato, anche se in realtà il problema ha fatto molto più rumore di quanto doveva farne, poiché i Note 7 che avevano dei grossi problemi era una percentuale esigua rispetto a quelli venduti. Samsung, però, ha preferito ritirarli tutti, anche se questo ha significato un grande danno economico, limitando però il danno d’immagine.

samsung-galaxy-s8-concept-image

Intanto il colosso sudcoreano punta tutto su Galaxy S8, che deve essere lo smartphone del “rilancio” da parte di Samsung, che si è rovinata un’annata praticamente perfetta. Per quanto riguarda il nuovo flagship di Samsung è troppo presto per parlare, ma secondo il vice presidente Lee Jae-yong il nuovo Galaxy S8 avrà un design più liscio e avrà anche una fotocamera migliorata.

Samsung, inoltre, potrebbe inserire anche un tassello fondamentale che sembra tener banco negli ultimi smartphone presentati, come i Pixel, cioè il miglioramento dell’intelligenza artificiale. Google lo ha fatto con il Google Assistant, e sembra che Samsung, grazie all’acquisizione della Viv Labs, integri qualcosa del genere anche sul suo prossimo flagship, che dovrà essere necessariamente perfetto.

Intanto, però, Samsung, e tutti gli utenti, non si dimentica dello scivolone fatto con Note 7 e promette di dare spiegazioni a tutti i clienti entro fine anno. A dirci questo è Kim Hong-gyeong, dirigente della società che produceva le batterie difettore, cioè la Samsung SDI. Infatti sembra che il mistero di Note 7 sia stato finalmente svelato, ma bisogna aspettare un comunicato ufficiale di Samsung per avere maggiori informazioni.