Dopo svariati mesi di negoziazioni, Spotify ha finalmente siglato un accordo con Sony Music.

La notizia ci giunge dal Financial Times. Questo è un ulteriore passo per Spotify per essere quotata entro fine anno in borsa.

Spotify è al momento il primo servizio di musica in streaming al mondo, con 140 milioni di utenti attivi, tra cui 50 milioni abbonati.

L’accordo prevede da parte di Sony la riduzione delle royalty percepite, ed in cambio, Spotify, si riserverà l’ascolto dei nuovi album ai soli utenti abbonati, nelle prime due settimane dall’uscita.

Precedentemente Spotify versava alle case discografiche 55 centesimi per ogni dollaro incassato. I nuovi accordi farebbero scendere il costo a 52 centesimi.

Al  momento è tutto quello che sappiamo, se avremo altre notizie vi aggiorneremo.

Articolo precedenteIn arrivo la pubblicità su Messenger
Prossimo articoloTIM down: disservizi alla rete fissa e mobile in tutta Italia. Ecco come comportarsi
Salve a tutti, sono Luigi Esposito (molti mi chiamano Giggione), amante della tecnologia fin da piccolo, grazie a mio padre che con il suo vecchio PC mi faceva perdere le ore a giocare PinBall o Prato Fiorito (che ricordi..) . Mi piace molto informarmi sulle varie aziende che si occupano di tecnologia, infatti sono al quarto anno di "Sistemi Informativi Aziendali". Spero che vi piaccia il mio lavoro e se doveste avere dei consigli, potrete contattarmi via mail: webmaster@viktec.net Un saluto a tutti e buona permanenza!
CONDIVIDI